Validato

MESSA IN SICUREZZA DI EMERGENZA AREA "LAMA CASTELLO" - FASE 3_GIOVINAZZO (BA)

LiberaMente -

standard April 15, 2017, 8:43 a.m.

Codice Unico Progetto (CUP)
J74E14000400006
URL OpenCoesione
http://www.opencoesione.gov.it/progetti/1pupa2500057/
Descrizione

Il progetto riguarda la messa in sicurezza dell’area di Lama Castello , ossia, come l’abbiamo ribattezzata nel nostro lavoro, il Castello rifiutato. Abbiamo raccolto i dati, primari e secondari, e resi funzionali al raggiungimento del nostro obiettivo. Li abbiamo inseriti in un articolo di data-journalism che è stato presentato alla cittadinanza in occasione dell’Open Data Day.

Giudizio sintetico
In corso e procede bene
Stato di avanzamento del progetto sulla base delle informazioni raccolte

Il progetto è in corso e procede bene. I cittadini hanno mostrato interesse verso il nostro lavoro, come dimostra l’attenzione mediatica nei confronti della conferenza tenutasi per la presentazione del progetto. Inoltre l’amministrazione ha organizzato ulteriori  incontri, aperti alla cittadinanza, relativi al problema dell’inquinamento dell’area sottoposta al focus del nostro progetto.

Risultato del progetto (se il progetto è concluso, quali risultati ha avuto?)

Le informazioni raccolte ci consentono di conoscere lo stato di avanzamento del lavoro di bonifica dell’area di Lama Castello. Dobbiamo ancora monitorare la prosecuzione dei lavori del lotto 2, per i quali è importante l’erogazione di un nuovo finanziamento. Gli amministratori hanno evidenziato la necessità che sia bonificata l’area A (ex AFP). Su quest’area necessitiamo di raccogliere maggiori informazioni

Punti di forza (cosa ti è piaciuto del progetto monitorato?)

Aspetti positivi del nostro lavoro che ci hanno permesso la realizzazione di questo progetto sono stati la disponibilità dell’amministrazione comunale e di una ONLUS e la partecipazione della cittadinanza al nostro evento. Tale progetto ci ha resi più consapevoli delle molteplici implicazioni della spesa pubblica. Ha attirato la nostra attenzione sul settore del data journalism. Ha rappresentato una tappa importante, che ci ha fatto capire quanto sia utile assumere un ruolo di cittadinanza attiva.

 

Debolezze (difficoltà riscontrate nell'attuazione/realizzazione del progetto monitorato?)

Alcune delle difficoltà che abbiamo riscontrato sono state dovute alla complessità del progetto e al fatto che l’area è suddivisa in 3 parti non tutte di proprietà comunale inoltre è stato difficile reperire gli open data in quanto abbiamo dovuto consultare diversi siti e portali.

 

Rischi futuri per il progetto monitorato

Il principale rischio risiede nella molteplicità dei soggetti impegnati nella bonifica, tra cui anche privati. L’attesa del finanziamento rappresenta un secondo fattore di rischio, qui si aggiunge la scarsa sensibilità di alcuni cittadini e dei contadini che fanno uso di diserbanti. L’incuria e l’inquinamento possono ostacolare il progetto del parco naturalistico.

Soluzioni ed idee da proporre per il progetto monitorato

Promuovere una campagna di sensibilizzazione della cittadinanza per mezzo di social network, mass media e somministrazione di eventuali questionari.

Come hai raccolto le informazioni
visita diretta
Come hai raccolto le informazioni
Raccolta di informazioni via web
Come hai raccolto le informazioni
Intervista con altre tipologie di persone
Come hai raccolto le informazioni
Raccolta di informazioni presso il soggetto attuatore
Chi è stato intervistato? Che ruolo ha la persona nel progetto? (es. gestore, funzionario comunale, cittadino informato….)

Giovanni Volpicella, presidente dell’associazione Amici dell’Ambiente della Flora e della Fauna

Tommaso Depalma, sindaco

 Michele Sollecito,  assessore alla pubblica istruzione

Link alle fonti utilizzate per il report
http://www.exafpgiovinazzo.it/
Link alle fonti utilizzate per il report
http://www.opencoesione.gov.it/progetti/1pupa2500057/
Link a video (es. YouTube)
https://www.youtube.com/watch?v=LVc9LRBni8Q
Domande agli intervistati

1. Perché è importante salvaguardare Lama Castello? (Giovanni Volpicella, presidente dell’associazione Amici dell’Ambiente della Flora e della Fauna)

2. A che punto sono i lavori di bonifica di  Lama Castello?(Tommaso Depalma, sindaco)

3. Come potrebbe essere sfruttata in futuro l'area di Lama Castello? (Michele Sollecito,  assessore alla pubblica istruzione)


Risposte degli intervistati

1. L'area è stata protetta dal piano paesaggistico con il compito di tutelare la sua ricchezza e la Lama è il posto giusto, essendo presente la più alta percentuale di biodiversità di tutto il territorio. (Giovanni Volpicella, presidente dell’associazione Amici dell’Ambiente della Flora e della Fauna)

2. L'intervento più consistente è già stato svolto. Da Lama Castello sono state rimosse più di 2400 tonnellate di rifiuti smantellati con circa 750 camion. E' stato chiesto un ulteriore finanziamento per la rifinitura della bonifica e la realizzazione del parco.(Tommaso Depalma, sindaco)

3. L'area di lama castello verrà destinata a parco naturalistico che preserverà la flora spontanea della zona. L'istituzione del parco sarà presente nel consiglio comunale del  31 Marzo nell' adozione del PPTR. (Michele Sollecito,  assessore alla pubblica istruzione)

File