Validato

PALAZZINA DI CACCIA DI STUPINIGI - RESTAURO CONSERVATIVO E OPERE DI COMPLETAMENTO

stupi_tevi -

standard May 28, 2018, 2:35 p.m.

Codice Unico Progetto (CUP)
312C13000100004
URL OpenCoesione
http://www.opencoesione.gov.it/progetti/3pipban-15095/
Descrizione del progetto monitorato
Il progetto di restauro della Palazzina di Caccia di Stupinigi ha avuto come obiettivo la valorizzazione delle risorse naturali, culturali e paesaggistiche locali, trasformandole in vantaggio competitivo; il tutto per aumentare l'attrattività , anche turistica, del territorio, migliorare la qualità della vita dei residenti e promuovere nuove forme di sviluppo economico sostenibile. Inoltre con il finanziamento si sono voluti promuovere i beni e le attività culturali quale vantaggio comparato delle Regioni italiane per aumentarne l'attrattività territoriale, per rafforzare la coesione sociale e migliorare la qualità della vita dei residenti.
Giudizio sintetico
Concluso e utile
Stato di avanzamento del progetto sulla base delle informazioni raccolte
Progetto completato con successo
Risultato del progetto (se il progetto è concluso, quali risultati ha avuto?)
Interventi di restauro conclusi il 25 settembre 2015. La Palazzina è aperta al pubblico. Nel 2016 la Palazzina di Caccia di Stupinigi ha avuto oltre 115000 visitatori, il 45% in più rispetto all'anno precedente.
Punti di forza (cosa ti è piaciuto del progetto monitorato?)
Lavoro di restauro, anche grazie alle modalità con cui sono state scelte le imprese, ha ottenuto grandi risultati, valorizzando la Palazzina e l’ambiente.
Debolezze (difficoltà riscontrate nell'attuazione/realizzazione del progetto monitorato?)
Ad oggi non abbiamo riscontrato debolezze in quanto i vantaggi sono sotto gli occhi di tutti.
Rischi futuri per il progetto monitorato
Data la grandezza, la manutenzione ordinaria sarà costosa. Si potrebbero verificare inoltre lavori di manutenzione straordinaria, causa imprevisti.
Soluzioni ed idee da proporre per il progetto monitorato
Coinvolgere scuole locali, organizzare altri eventi oltre a quelli già calendarizzati.
Come hai raccolto le informazioni
visita diretta
Come hai raccolto le informazioni
Raccolta di informazioni via web
Come hai raccolto le informazioni
Intervista con responsabili del progetto
Come hai raccolto le informazioni
Intervista con altre tipologie di persone
Come hai raccolto le informazioni
Raccolta di informazioni presso il soggetto attuatore
Chi è stato intervistato? Che ruolo ha la persona nel progetto? (es. gestore, funzionario comunale, cittadino informato….)
Sono state intervistate: Dott.ssa M. Fusi, referente Ordine Mauriziano della Palazzina di Caccia di Stupinigi, Dott.ssa P. Messineo, legale dell'Ordine Mauriziano, e Dott.ssa A. Garavet, responsabile Europe Direct Torino
Link alle fonti utilizzate per il report
http://publications.jrc.ec.europa.eu/repository/handle/111111111/29832/
Link a video (es. YouTube)
https://youtu.be/ggEpAn-GIxc
Domande agli intervistati
Con quale criterio è stata scelta l’impresa che ha effettuato i lavori di restauro? (dott.ssa P. Messineo – rappresentante legale Ordine Mauriziano della Palazzina di Caccia di Stupinigi)
Chi ha partecipato al finanziamento dei lavori? (dott.ssa P. Messineo – rappresentante legale Ordine Mauriziano della Palazzina di Caccia di Stupinigi)
 Quali sono state le maggiori difficoltà riscontrate nei mesi della ristrutturazione?(dott.ssa P. Messineo – rappresentante legale Ordine Mauriziano della Palazzina di Caccia di Stupinigi)
Risposte degli intervistati
È stato indetto un bando con una procedura aperta. Sono pervenute 35 offerte da ditte italiane e tra queste è stata selezionata la ditta vincitrice dell’appalto. I lavori sono così iniziati il 13 aprile 2015, con consegna lavori in via d’urgenza e terminati con circa tre mesi di anticipo nel settembre 2015.

La Regione Piemonte, con Deliberazione di Giunta Regionale n. 100-10542 del 29.12.2008, ha definito la misura del Programma Operativo Regionale 2007/2013 Asse 3 Attività III.1.1 di “Recupero, riqualificazione e valorizzazione del patrimonio culturale e naturale” e la Fondazione Ordine Mauriziano è stata individuata tra i soggetti beneficiari dei fondi P.O.R. FESR, chiedendo e ottenendo dalla Fondazione CRT un cofinanziamento di 700.000€.L’ammontare globale della spesa lavori/progettazione/DL/sicurezza/pubblicità/varie per il restauro delle facciate è stato di € 1.487.834,60, di cui € 1.172.683,52 di finanziamento FESR riconosciuto dalla Regione Piemonte e € 315.228,43 di cofinanziamento a carico della Fondazione CRT. 
Le procedure per l’erogazione dei finanziamenti hanno avuto delle lentezze  fisiologiche dovute al fatto che la Fondazione ha dovuto interfacciarsi con la Regione Piemonte per l’approvazione dei vari step dei lavori e la conseguente erogazione dei fondi e non sempre i tempi di esame delle pratiche presentate sono stati rispettati, a causa della grande mole di lavoro dei funzionari regionali preposti proprio alla gestione dei finanziamenti europei. I termini di scadenza, nonostante ciò sono stati ampiamente rispettati.