Validato

SVILUPPO RACCOLTE DIFFERENZIATE IN MONTESILVANO

Iriciclanti -

standard May 28, 2018, 2:43 p.m.

Codice Unico Progetto (CUP)
H79D15000050006
URL OpenCoesione
http://www.opencoesione.gov.it/progetti/1miseabrsb071-134/
Descrizione del progetto monitorato
E' un progetto che mira a migliorare la raccolta differenziata nel territorio comunale di Montesilvano, attraverso il poizionamento di nuovi bidoni in molte vie della città, l'inizio della raccolta porta a porta a Montesilvano colle e in alcune zone di Montesilvano mare, la creazione di un'isola ecologica dove conferire rifiuti anche al di fuori dell'orario prestabilito e infine la nascita di un centro di raccolta come strumento complementare alla raccolta porta a porta, un'area, cioè, dove conferire i rifiuti che non vengono raccolti durante il porta a porta. Oltre a ciò è stata varato anche un piano educativo finalizzato alle scuole primarie e alle scuole secondarie di primo grado del comune che mira a sensibilizzare i ragazzi alla raccolta differenziata.    
Giudizio sintetico
In corso e procede bene
Stato di avanzamento del progetto sulla base delle informazioni raccolte
Nel mese di febbraio 2018 sono state conferite a Montesilvano colle quasi 64 tonnellate di rifiuti differenziati, tra organico, plastica e metalli, vetro, carta e cartone. 20,77 le tonnellate di rifiuti indifferenziati. Particolarmente positivo anche il dato su tutto il territorio cittadino che nei mesi di gennaio e febbraio 2018 ha raggiunto quota 28,34%, superando di oltre 7,5 punti percentuali, la quota di gennaio e febbraio 2017.  Il buon andamento è dovuto alla messa in opere di tutti gli obiettivi del piano per la raccolta differenziata a Montesilvano: sostituzione delle attrezzature adibite alla raccolta dei rifiuti, 350 utenze di Montesilvano colle che hanno recepito il porta a porta. Si stanno predisponendo, poi, tutte le procedure necessarie ad estendere ulteriormente il servizio porta a porta in altre due zone della città, nel quartiere PP1, a nord di Montesilvano e nella zona del complesso piscine Le Naiadi, così da raggiungere altre 2500 utenze.
Risultato del progetto (se il progetto è concluso, quali risultati ha avuto?)
Il progetto non è ancora concluso, ma ha fatto passi da gigante, nell'ultimo mese. Moltisimo però resta ancora da fare per rendere sufficiente il volume della raccolta differenziata.
Punti di forza (cosa ti è piaciuto del progetto monitorato?)
Sicuramente uno dei punti di forza è che l'impegno del comune ad aumentare la quantità e la qualità del servizio rifiuti e in particolare della raccolta differenziata, è stato accompagnato da un'opera di sensibilizzazione fatta nelle scuole. Un secondo elemento positivo sta nei cambiamenti avvenuti riguardo l’ubicazione e la condizione delle strutture adibite alla raccolta dei rifiuti, con la conseguente razionalizzazione dell'intera raccolta differenziata. La realizzazione di un'area ecologica e di un centro di raccolta rappresentano poi obiettivi in parte da realizzare ma in parte già realizzati. Gli ottimi risultati registrati nella zona di Montesilvano  Colle, con percentuali di raccolta differenziata al di sopra dell’80%, hanno confermato al Sindaco Maragno, ed alla sua Giunta, che quella intrapresa è la strada giusta per rendere Montesilvano più virtuosa sul fronte del pattume.
Debolezze (difficoltà riscontrate nell'attuazione/realizzazione del progetto monitorato?)
·       Sicuramente uno dei punti di forza è che l'impegno del comune ad aumentare la quantità e la qualità del servizio rifiuti e in particolare della raccolta differenziata, è stato accompagnato da un'opera di sensibilizzazione fatta nelle scuole. Un secondo elemento positivo sta nei cambiamenti avvenuti riguardo l’ubicazione e la condizione delle strutture adibite alla raccolta dei rifiuti, con la conseguente razionalizzazione dell'intera raccolta differenziata. La realizzazione di un'area ecologica e di un centro di raccolta rappresentano poi obiettivi in parte da realizzare ma in parte già realizzati. Gli ottimi risultati registrati nella zona di Montesilvano  Colle, con percentuali di raccolta differenziata al di sopra dell’80%, hanno confermato al Sindaco Maragno, ed alla sua Giunta, che quella intrapresa è la strada giusta per rendere Montesilvano più virtuosa sul fronte del pattume.
Rischi futuri per il progetto monitorato
Tra le problematiche emerse potrebbero ingigantirsi quelle dei condomini in centro città a Montesilvano privi delle aree recintate dove risulta difficile se non impossibile la sistemazione dei nuovi contenitori per la raccolta differenziata. A Pescara, in casi analoghi, si è provveduto con la realizzazione di isole ecologiche interrate. Ma enormi sono stati i problemi tecnici legati all’infiltrazione di acqua in caso di pioggia e la manutenzione degli elevatori. L’Amministrazione Comunale di Montesilvano, ha indetto alcune riunioni con i vertici delle Società Formula Ambiente-Sapi che gestiscono il servizio di raccolta dei rifiuti in città, per ascoltare le rimostranze degli utenti e cercare una soluzione. 
Un rischio è che l'allargamento del porta a porta sarà lento e mai del tutto esaustivo, inoltre effettuato male a causa della negligenza dei cittadini.
Soluzioni ed idee da proporre per il progetto monitorato
Tra le problematiche emerse potrebbero ingigantirsi quelle dei condomini in centro città a Montesilvano privi delle aree recintate dove risulta difficile se non impossibile la sistemazione dei nuovi contenitori per la raccolta differenziata. A Pescara, in casi analoghi, si è provveduto con la realizzazione di isole ecologiche interrate. Ma enormi sono stati i problemi tecnici legati all’infiltrazione di acqua in caso di pioggia e la manutenzione degli elevatori. L’Amministrazione Comunale di Montesilvano, ha indetto alcune riunioni con i vertici delle Società Formula Ambiente-Sapi che gestiscono il servizio di raccolta dei rifiuti in città, per ascoltare le rimostranze degli utenti e cercare una soluzione. 
Un rischio è che l'allargamento del porta a porta sarà lento e mai del tutto esaustivo, inoltre effettuato male a causa della negligenza dei cittadini.
Come hai raccolto le informazioni
visita diretta
Come hai raccolto le informazioni
Intervista con gli utenti/beneficiari dell'intervento
Come hai raccolto le informazioni
Raccolta di informazioni presso il soggetto attuatore
Come hai raccolto le informazioni
Raccolta di informazioni via web
Come hai raccolto le informazioni
Intervista con altre tipologie di persone
Chi è stato intervistato? Che ruolo ha la persona nel progetto? (es. gestore, funzionario comunale, cittadino informato….)
Sono stati intervistati: l'assessore all'igiene publica del comune di Montesilvano Paolo Cilli e Paola Cavallo, rappresentante dell'azienda Formula Ambiente che gestisce la raccola differenziata a Montesilvano 
Domande agli intervistati
Sono stati intervistati: l'assessore all'igiene publica del comune di Montesilvano Paolo Cilli e Paola Cavallo, rappresentante dell'azienda Formula Ambiente che gestisce la raccola differenziata a Montesilvano 
Risposte degli intervistati
Assessore Paolo Cilli:
1) Siamo molto lontani da valori accettabili, perché siamo partiti da una raccolta differenziata che sfiora il 10% e al 31 dicembre 2017, quindi per l’anno 2017, siamo arrivati a raggiungere un misero 26%, considerando che la regione Abruzzo prevede come standard minimo il 65% e sta per sopraelevare questo standard minimo al 75% quindi penso che siamo assai lontani.

2)

Diciamo che il comune di Montesilvano nel 2014 aveva iniziato un percorso di raccolta differenziata di tipo stradale, cioè con i bidoni dell’indifferenziata e della differenziata posizionati lungo le strade, questa amministrazione ha inteso modificare il tipo di raccolta iniziando dapprima nel nucleo solido di Montesilvano Colle, allargandola a tutta la collina, e coì ora siamo in via di consegna dei bidoni della zona del PP1, quindi la zona del mare lato nord e lato sud, perché abbiamo visto che in tutte le esperienze italiane l’unica che funziona è il tipo di raccolta porta a porta, e speriamo che questo ci porti dei miglioramenti importanti. Oltre a ciò abbiamo predisposto una piccola isola ecologica installata non più di qualche settimana fa, abbiamo già appartato i lavori per il primo centro di raccolta, abbiamo ottenuto un finanziamento regionale per la realizzazione per un centro per il riuso e un altro centro di raccolta, sempre finanziati dalla regione. Per il primo i fondi sono già stati stanziati e ci saranno consegnati a giorni, per il secondo aspettiamo le pratiche amministrative e aspettiamo che anche questo sia funzionante nell’arco dell’anno solare. E’ chiaro che se non siamo noi cittadini a crederci questa cosa non funziona, dobbiamo spronare di più i cittadini, io ho fatto diversi incontri nelle scuole, partendo dalle scuole elementari e stiamo passando alle medie. E sono felicissimo che oggi il liceo scientifico mi abbia convocato per questa assemblea sul tema dei rifiuti, io spero che il nostro impegno possa portare dei vantaggi al sistema di raccolta di Montesilvano, considerando che la raccolta differenziata più che un obbligo di legge è una questione di senso civico, non ha senso continuare a disfarci di tutti i nostri rifiuti buttandoli ovunque, dietro al mondo dei rifiuti c'è un indotto economico importantissimo: ci sono delle possibilità lavorative grandissime, e se riusciamo a fare il nostro dovere anche questo si ripercuoterà positivamente sull’indotto economico.



Rappresentante Formula Ambiente Paola Cavallo:

1) A Montesilvano rispetto a quando siamo partiti un anno e mezzo fa qualche passo in avanti è stato fatto, c'è ancora molto da fare, quindi rispetto alla media nazionale siamo ancora molto indietro, dicevo prima che ci troviamo intorno al 30% su una base nazionale che è quella del 65%-70%, però è anche vero che sono coinvolte 5.000 utenze su 26.000, e, in questo anno che rimane, l’intenzione è quella di allargare il porta a porta su tutto il territorio e siccome già dove siamo partiti, tipo Montesilvano colle o la zona collinare, la percentuale è del 75%-80% e  anche 82% mensile, supponiamo che con queste basi e con la volontà di fare, perché la cittadinanza ha risposto bene, nei primi mesi del 2019 arriveremo anche a Montesilvano ad una base del 75% di raccolta differenziata.

2) Ho visto i risultati del sondaggio che avete fatto ai passanti: le domande che avete posto sono buone, rimango un po’ perplessa sulle risposte, tipo quella in cui viene richiesto al comune di aumentare il numero dei bidoni o di voler il bidone più grande. Partiamo dal presupposto che i bidoni hanno una vetratura necessaria a quello che può servire a una famiglia di 3, 4, 5 abitanti. Adesso voi siete abituati a mettere il tutto in un solo cassonetto, tutto in una busta nera e quindi buttare la spazzatura giornalmente. Facendo la racconta differenziata la parte che andrete poi veramente a buttare, la parte che non verrà riciclata, sarà un decimo. Quindi la busta nera che buttate giornalmente la butterete una volta alla settimana ma sicuramente il quantitativo sarà più basso, perché verrà divisa la carta, la plastica che comunque è voluminosa, l’organico che ora va a finire in discarica. In definitiva sono queste le accortezze principali da apportare e sta nella nostra testa, nella nostra mentalità cominciare ad usare questi bidoni che si trovano sulla strada nel modo corretto.