Validato

NUOVO TEATRO DELL'OPERA DI FIRENZE 2°STRALCIO-1°LOTTO

Report di monitoraggio civico

Codice Unico Progetto (CUP)
H15G12000320007
Descrizione del progetto monitorato
Il Teatro dell’Opera di Firenze è uno degli interventi strutturali dedicati a celebrare i 150 dell’Unità d’Italia, e la sua realizzazione è stata prevista in due fasi. La prima, ovvero il primo stralcio funzionale, prevede il completamento dei volumi esterni e della sala del teatro lirico, con l’esclusione delle attrezzature di palcoscenico e di tutti gli spazi funzionali alla produzione. Per quanto riguarda questa prima parte i lavori sono stati terminati in data 31/01/11. Invece la realizzazione del 2°stralcio è in attesa dei necessari finanziamenti. La fine prevista era stabilita per il 21/11/14, ma ad oggi non è ancora concluso. Infatti la fine effettiva che fino a poco tempo fa su OpenCoesione risultava essere un dato non disponibile, adesso è indicata al 10/04/15 quindi addirittura circa un anno fa, quando invece è evidente che non è così in quanto gli ultimi finanziamenti eseguiti risalgono a Dicembre 2015. Inoltre, eseguendo un sopralluogo, abbiamo notato la presenza di cantieri ancora aperti. I finanziamenti che inizialmente vennero messi a disposizione per le due fasi erano rispettivamente di 156.797.676 € e di 46.000.000 €. L’opera è interamente ricoperta in Kerlite, un materiale altamente ecocompatibile ed è già aperta al pubblico nonostante alcuni cantieri siano ancora aperti.
Giudizio sintetico sul progetto monitorato
Concluso e utile
Stato di avanzamento del progetto monitorato sulla base delle informazioni raccolte
Fondamentalmente il progetto è ultimato in quanto i lavori del 2°stralcio sono conclusi il 10/04/15 e molti spettacoli sono messi in scena all'interno del Teatro ormai da tempo, riscontrando un buon grado di soddisfazione da parte della cittadinanza. Comunque risulta che i finanziamenti effettuati riguardanti il 2°stralcio corrispondono al 98% della cifra prevista (46.000.000 €) e dalla nostra prima visita di monitoraggio abbiamo notato dei lavori all'esterno della struttura e, informandoci dettagliatamente, abbiamo scoperto che è in corso di costruzione un auditorium per concerti. Pertanto è evidente che i dettagli finali sono in fase di completamento. Inoltre ci ha colpito molto la presenza di molti gruppi scolastici all'ingresso del Teatro, a dimostrazione di come sia importante anche dal punto di vista didattico una struttura come quella del Teatro dell'Opera di Firenze.
Risultato del progetto monitorato (se il progetto è concluso, quali risultati ha avuto?)
Il Teatro è il risultato di un impegno economico-sociale dei soggetti attuatori del progetto, volto a creare una struttura eco-sostenibile in grado di sostituire il Comunale come sede amministrativa del Maggio Musicale Fiorentino. Generalmente tale obiettivo è stato raggiunto in quanto per l'importanza culturale e per la continua presenza di spettacoli anche internazionali, né dai cittadini né dall'amministrazione pubblica è considerato uno spreco di denaro pubblico ma bensì un'Opera adatta al panorama culturale fiorentino. Inoltre è emerso dal nostro questionario, rivolto alla cittadinanza, che sono molto apprezzate anche la bellezza estetica e l'eco-sostenibilità del Teatro.
Punti di forza (cosa ti è piaciuto del progetto monitorato?)
Il Teatro dell’Opera di Firenze, che nel 2014 ha ricevuto il Premio Nazionale per la migliore opera di architettura realizzata in Italia negli ultimi 5 anni, ha molte potenzialità, a partire dalla modernità della struttura, dalla posizione strategica e dalle varie iniziative che si impegna a promuovere per cercare di avvicinare i giovani, e non solo loro, all’opera e al teatro in generale. Ovviamente la via migliore per raggiungere questo obiettivo è la scuola. Infatti sono in corso molti progetti che coinvolgono soprattutto le scuole medie e che prevedono delle attività per i ragazzi interne al teatro come spettacoli di canto. Un altro aspetto significativo che rientra nei punti di forza del nuovo teatro è il materiale altamente eco-sostenibile con cui è stato realizzato ossia la Kerlite, ovvero gres laminato leggero, dalle caratteristiche tecniche ed estetiche eccezionali: inattaccabile dagli acidi e dagli agenti atmosferici, resistente, facile da posare, tagliare e forare. Il teatro è la nuova sede amministrativa del Maggio Musicale Fiorentino, una delle più importanti fondazioni liriche italiane.
Debolezze (difficoltà riscontrate nell'attuazione/realizzazione del progetto monitorato?)
Una debolezza emersa dal nostro sondaggio online sotto forma di questionario, è che molte persone ritengono che il Teatro non sia molto conosciuto e che quindi, probabilmente, non sia stato sufficientemente pubblicizzato. Ma una debolezza ben più evidente consiste nei ritardi sia per quanto riguarda i pagamenti che i tempi di realizzazione. In seguito all’intervista con la vicesindaca, è emerso che la causa di ciò è il fatto che la spesa totale è stata fatta dal governo, ma è stata caricata sul Patto di Stabilità. Questo significa che dei soldi messi a disposizione del comune (provenienti anche dal Governo e dall’Unione Europea), solo una parte può essere usata per le opere pubbliche. Quindi anche se i soldi ci sono, va rispettato il Vincolo alla spesa pubblica. Il problema è che la realizzazione del Teatro è iniziata negli anni in cui era già in corso la costruzione della Linea 1 della Tramvia e quindi la soglia massima fu raggiunta velocemente. Pur avendo i soldi e i finanziamenti, i lavori non sono ancora riusciti a giungere a termine perché il Vincolo alla spesa pubblica blocca i pagamenti alle aziende che sono già esposte finanziariamente.
Rischi futuri per il progetto monitorato
Per una struttura moderna come il Teatro dell'Opera di Firenze possono presentarsi degli inconvenienti che possono mettere a rischio la sua importanza. Uno di questi è che questo progetto possa finire nel “dimenticatoio” della cittadinanza, quindi è fondamentale dare continuità al suo prestigio evitando di fermarne il progresso sociale. Inoltre un rischio evitabile è che il Teatro non sia ben conosciuto dalla maggior parte dei cittadini, pertanto sarebbe utile informare in modo più appropriato l'opinione pubblica per aumentarne la notorietà.
Soluzioni ed idee da proporre per il progetto monitorato
Abbiamo ritenuto utile riflettere su possibili soluzioni adatte a migliorare la condizione del Teatro e prevenirne eventuali problemi futuri. Innanzitutto ci siamo domandati come rendere più nota l'Opera, e abbiamo rivolto il quesito direttamente ai cittadini attraverso il nostro questionario chiedendo quale fosse il mezzo di comunicazione più opportuno. I risultati dicono che i mezzi più adatti a informare maggiormente l'opinione pubblica sarebbero il web e la televisione. Inoltre un elemento che potrebbe far crescere il prestigio del Teatro potrebbe essere l'aumento numerico di eventi spettacoli internazionali in modo da accogliere i milioni di turisti che ogni anno vengono a Firenze per la sua bellezza artistica e per la sua importanza storico-culturale, e in modo da rendere noto il nostro Teatro dell'Opera anche fuori dall'Italia.
Come hai raccolto le informazioni
visita diretta
Come hai raccolto le informazioni
Raccolta di informazioni via web
Come hai raccolto le informazioni
Intervista con responsabili del progetto
Come hai raccolto le informazioni
Intervista con altre tipologie di persone
Chi è stato intervistato? Che ruolo ha la persona nel progetto? (es. gestore, funzionario comunale, cittadino informato….)
Abbiamo intervistato la vicesindaca di Firenze, Cristina Giachi, che ci ha fornito molte informazioni utili riguardanti lo stato di avanzamento dell’Opera sia per quanto concerne i tempi che gli investimenti. E’ stata effettuata un’intervista anche alla Europe Direct di Firenze che ci ha fornito nuovi contatti e nuove informazioni. Una terza intervista, via e-mail, è stata effettuata a Bruno Buratti, Direttore Marketing Cotto d'Este, ottenendo molte notizie riguardanti le potenzialità della Kerlite. Infine tramite un questionario online abbiamo intervistato indirettamente circa quattrocento cittadini grazie ai quali sono emersi i pareri circa la popolarità del teatro e i pensieri della cittadinanza riguardo ai prezzi e alle modalità di realizzazione.
Link alle fonti utilizzate per il report
Link alle fonti utilizzate per il report