Validato

Casa della Salute

standard

Codice Unico Progetto (CUP)
J69H12000070006
Descrizione del progetto monitorato
Trai i pochi progetti proposti per Bosa è stato scelto: “Casa della salute”. La Casa della Salute è stata ideata come la sede pubblica dove, in uno stesso spazio fisico, vengono erogati diversi servizi sanitari e sociali, compresi gli ambulatori di medicina generale e specialistica ed i servizi sociali, per una determinata e programmata porzione di popolazione. &nbsp; Abbiamo cercato su internet i dati necessari per la costruzione della storia del progetto e abbiamo affisso sulla nostra bacheca ASOC gli obiettivi e le strade che avremo potuto percorrere per la nostra ricerca. Dopo aver&nbsp; raccolto informazioni preliminari sul progetto,&nbsp; abbiamo proceduto con i vari step di ricerca.<div>Step 1: Abbiamo esaminato il sito ​www.opencoesione.gov.it​, sul quale abbiamo trovato informazioni generali sul soggetto proponente (Regione Sardegna) e sul soggetto attuatore del progetto (ASSL Oristano), ma non abbiamo trovato nessun link relativo ai documenti. Abbiamo proceduto comunque alla ricerca di dati da altri siti Istituzionali e non.&nbsp;</div><div>Step 2: Abbiamo trovato informazioni su altri siti e quelle fin qui ricavate le abbiamo raccolte nel file “Research design” in ordine cronologico.&nbsp;</div><div>Step 3: abbiamo esaminato i documenti trovati e ricostruito la storia del Progetto Casa della salute. Il primo documento in ordine di tempo è la deliberazione regionale numero 39/58 del 23 settembre 2011. Questo progetto prevede la costruzione in Sardegna di 13 Case per la salute, di cui due nella provincia di Oristano e precisamente una a Terralba e una a Bosa. Abbiamo trovato anche delle informazioni&nbsp; sul finanziamento , pari a € 1.250.000, stanzianti in parte dalla Regione Sardegna e dall'Unione Europea nell'ambito dei progetti di Open Coesione, sullo stato di avanzamento dei lavori e dei pagamenti effettuati, aggiornati a dicembre 2016 pari a € 936.000. Abbiamo pensato, quindi,&nbsp; di recarci dal&nbsp; Direttore del Presidio Ospedaliero di Bosa e dal Sindaco per ricevere ulteriori informazioni sulla Casa della Salute e sui tempi di attuazione.</div><div>Abbiamo fatto una ricerca sul campo e verificato di persona lo stato di avanzamento dei lavori.</div><div><br></div>
Giudizio sintetico sul progetto monitorato
In corso e procede bene
Stato di avanzamento del progetto monitorato sulla base delle informazioni raccolte
La Casa della Salute è attualmente funzionante, presso un'ala del piano terra del Presidio Ospedaliero Mastino di Bosa. Il funzionamento è attualmente garantito per 16 ore giornaliere, ed è costituito dall'affiancamento ai medici di base che hanno aderito al progetto, di diverse tipologie di professionisti (specialisti, personale infermieristico, psicologi ecc...). Non risulta terminata attualmente la struttura che dovrebbe garantire il Servizio Dialisi, con la possibilità di ospitare 16 dializzati.
Risultato del progetto monitorato (se il progetto è concluso, quali risultati ha avuto?)
Il progetto è in corso di esecuzione.
Punti di forza (cosa ti è piaciuto del progetto monitorato?)
L'aspetto che più abbiamo apprezzato riguarda la funzione sociale del progetto finanziato, che potrà avere una ricaduta positiva sul territorio in termini di salute e di prevenzione: qualcosa di tangibile e immediatamente percepibile dalla popolazione rispetto al miglioramento dei servizi e, in prospettiva, di qualità della vita.
Debolezze (difficoltà riscontrate nell'attuazione/realizzazione del progetto monitorato?)
Non abbiamo riscontrato particolari difficoltà, a parte la problematica ricerca dei dati sulla salute della popolazione a livello locale, che non sono pubblici e disponibili on line.
Rischi futuri per il progetto monitorato
L'unico rischio per la realizzazione del progetto riguarda l'erogazione della parte finale del finanziamento, che non è ancora stata erogata.
Soluzioni ed idee da proporre per il progetto monitorato
Il progetto nella sua sezione dialisi potrebbe essere esteso anche per i turisti bisognosi di dialisi,aggiungendo un turno a quelli previsti. Quindi questo può essere un ulteriore incentivo per il turismo bosano.
Come hai raccolto le informazioni
visita diretta
Come hai raccolto le informazioni
Intervista con gli utenti/beneficiari dell'intervento
Come hai raccolto le informazioni
Raccolta di informazioni via web
Come hai raccolto le informazioni
Intervista con altre tipologie di persone
Come hai raccolto le informazioni
Raccolta di informazioni presso il soggetto attuatore
Chi è stato intervistato? Che ruolo ha la persona nel progetto? (es. gestore, funzionario comunale, cittadino informato….)
Sindaco di Bosa Dott.Luigi Mastinu<div>Direttore del presidio ospedaliero di Bosa Dott.Stefano Madeddu</div><div>Responsabile Capo Sala della Casa della Salute Sig.ra Beatrice Mura</div><div><br></div>
Link a video (es. YouTube)
Domande agli intervistati
1 Che cos'è la casa della salute?<div>2 La casa della salute sta funzionando, in che modo e per quante ore?</div><div>3 Quando è previsto il termine dei lavori e quale uso effettivo avrà la struttura?</div>
Risposte degli intervistati
1 Bosa è inserita all'interno dell'Asl di Oristano e nel 2015 ha aderito a un progetto chiamato H16.&nbsp; All'interno dell'ospedale finalmente abbiamo il medico di medicina generale che può fare la sua attività all'interno della Casa della salute garantendo delle prestazioni di tipo medico insieme ad altri specialisti e questo contesto è definito Casa della salute.<div>2 Attualmente l'orario stabilito è h16 quindi aperta dalle 16 alle 20, poi prosegue con un servizio di guardia medica notturna.</div><div>3I lavori dovevano terminare l'8/3/2018, entro questa estate si spera che sia tutto pronto.&nbsp;</div>