Validato

standard

Come hai raccolto le informazioni
Raccolta di informazioni presso il soggetto attuatore
Codice Unico Progetto (CUP)
H42I10000000009
Descrizione del progetto monitorato
<div>Il progetto monitorato da noi è il restauro complessivo della Torre della Finanza, avvenuto in due parti tra il 2007 e il 2008 e tra il 2010 e il 2011. La Torre della Finanza è un antico edificio originariamente utilizzato come base per supervisione e difesa marittima situata presso il Lido di Volano, nel comune di Comacchio (FE). E' importante sapere che, sebbene la Torre si trovi nel comune di Comacchio, essa appartiene al comune di Codigoro dal 2015. La Torre è l' unica rimanente di tre fortificazioni marittime, tutte risalenti a prima del 1800, ed è stata restaurata per via della condizione di degrado in cui si trovava e per attrarre potenzialmente turisti alla zona.</div>
Giudizio sintetico
Concluso e utile
Stato di avanzamento del progetto sulla base delle informazioni raccolte
Entrambe le fasi del progetto sono già terminate, la prima nel 2008 e la seconda nel 2011 (precisamente il 31 ottobre).
Risultato del progetto (se il progetto è concluso, quali risultati ha avuto?)
Al termine del restauro, la Torre è in condizioni molto buone, soprattutto all'interno (anche se non c'è molto all'interno dell'edificio),&nbsp; e la zona circostante è stata sistemata, rimuovendo l'eccessiva boscaglia precedentemente presente e livellando il terreno, eliminando buche e rialzi.
Punti di forza (cosa ti è piaciuto del progetto monitorato?)
Il vantaggio più notevole del restauro è, oltre l'ottimo lavoro svolto sulla Torre, il potenziale interesse turistico. La Torre, infatti, oltre ad avere un'interessante storia legata all'evoluzione del territorio del Delta, può fungere da base per bird watching e in generale per attività legate al turismo slow.
Debolezze (difficoltà riscontrate nell'attuazione/realizzazione del progetto monitorato?)
Il progetto ha una debolezza principale: la totale assenza di materiale pubblicitario per la Torre, basti pensare che buona parte del nostro gruppo non era neanche a conoscenza della sua esistenza.&nbsp;<div>Quando siamo andati a visitare la Torre abbiamo notato anche la mancanza di segnali stradali che indicassero la presenza di tale struttura nonostante ci trovassimo a pochi km da essa.&nbsp;</div>
Rischi futuri per il progetto monitorato
Il rischio principale per la Torre è quello di una potenziale caduta in disuso di quest'ultima. La Torre è stata sede di alcuni eventi dal restauro ad oggi: ad esempio un raduno basato sulla gastronomia locale nel dicembre del 2017; in assenza di ulteriori progetti o eventi oppure di una destinazione d'uso stabile (ad esempio come ristorante), il restauro potrebbe risultare uno spreco di tempo e di risorse.
Soluzioni ed idee da proporre per il progetto monitorato
Il nostro gruppo ha varie idee su come potrebbe essere utilizzata la Torre, però vanno prese con le pinze in quanto non abbiamo idea di come potrebbe essere il lato amministrativo dietro di esse. Una delle nostre idee è l'allestimento della Torre come mostra sul Delta o come punto per il birdwatching o fotografia. Un'altra nostra idea consiste nella trasformazione della Torre in un ristorante o un qualcosa di simile; siamo a conoscenza del fatto che questa proposta è difficile da realizzare per via del ricco patrimonio storico dell'edificio. Inoltre queste sono tutte idee riguardanti il lungo termine, quindi non eventi temporanei come l'allestimento del dicembre del 2017.
Come hai raccolto le informazioni
visita diretta
Come hai raccolto le informazioni
Intervista con gli utenti/beneficiari dell'intervento
Come hai raccolto le informazioni
Raccolta di informazioni via web
Come hai raccolto le informazioni
Intervista con responsabili del progetto
Come hai raccolto le informazioni
Intervista con altre tipologie di persone
Chi è stato intervistato? Che ruolo ha la persona nel progetto? (es. gestore, funzionario comunale, cittadino informato….)
Le persone da noi intervistate sono le seguenti:&nbsp;<div><ul><li><b>Zanardi Alice</b>, sindaco del comune di Codigoro&nbsp;(FE);&nbsp;</li><li><b>Fabbri Marco</b>, sindaco del comune di Comacchio (FE);</li><li><b>Luciani Patrizia</b>, Direttore Settore Archivi presso Coop. Le Pagine;</li><li><b>Adami Stefano</b>, assessore del comune di Codigoro;&nbsp;</li><li><b>Cavallari Rita</b>, ingegnere del Parco Regionale del Delta del Po.&nbsp;</li></ul></div>
Domande agli intervistati
<ol><li>&nbsp;<i>(Adami Stefano, assessore comunale)</i> Il progetto finale rappresenta il modo soddisfacente ciò che era ideato per la Torre oppure ritenete che si poteva fare di più?</li><li><i>&nbsp;(Adami Stefano, assessore comunale)</i>Avete predisposto una costante manutenzione alla Torre?&nbsp;</li><li><i style="font-size: 14.6667px; white-space: pre;"><span style="font-size: 11pt; font-variant-numeric: normal; font-variant-east-asian: normal; vertical-align: baseline; white-space: pre-wrap;">(Cavallari Rita, </span><span style="font-size: 11pt;">ingegnere del Parco Regionale del Delta del Po</span></i><span style="font-size: 11pt; white-space: pre-wrap;"><i>)</i></span>Per valorizzare l'ente attività di promozione del territorio avete immaginato di creare siti, app dedicati che aiuti il flusso informativo?&nbsp;</li></ol>
Risposte degli intervistati
<span id="docs-internal-guid-52a66094-53a8-de36-f1fd-32e02ed1a0e9"><ol style="margin-top:0pt;margin-bottom:0pt;"><li dir="ltr" style="list-style-type: decimal; font-size: 11pt; font-variant-numeric: normal; font-variant-east-asian: normal; vertical-align: baseline; white-space: pre;"><p dir="ltr" style="line-height:1.38;margin-top:0pt;margin-bottom:0pt;"><span style="font-size: 11pt; font-variant-numeric: normal; font-variant-east-asian: normal; vertical-align: baseline; white-space: pre-wrap;"><span style="font-size: 11pt; white-space: pre;"><i>(Adami Stefano, assessore comunale)</i> </span>Si può sempre fare di più. Io credo che siamo ancora al momento di partenza di questo progetto quindi ci dobbiamo ancora avviare in maniera importante perché poi questi contesti vanno messi in rete, è un lavoro di forza, che tanti ambienti, monumenti e tutto il territorio devono lavorare tutti assieme per offrire un prodotto al turista di insieme; il singolo ambiente, una singola Torre non vale nulla se non abbiamo un'offerta importante da dare a chi viene a visitare il territorio. Qui bisognerebbe entrare nel tema dei riciclabili, del rispetto dell'ambiente, della pulizia, della navigabilità e del Po. [...] C'è un lavoro enorme da fare in questo territorio. Oggi siamo ancora all'ABC, dal mio punto di vista ma quello che è importante è che tutti assieme stiamo parlando e stiamo lavorando per raggiungere l'obiettivo principale che è quello di offrire la nostra bellezza e finalmente abbiamo capito che questo è un territorio che non ha nulla da invidiare ad altri ambienti simili o altri ambienti che possiamo trovare in giro per il mondo. Dobbiamo quindi valorizzare sempre di più il parco del Delta nel suo aspetto complessivo. </span></p></li><li dir="ltr" style="list-style-type: decimal; font-size: 11pt; font-variant-numeric: normal; font-variant-east-asian: normal; vertical-align: baseline; white-space: pre;"><p dir="ltr" style="line-height:1.38;margin-top:0pt;margin-bottom:0pt;"><span style="font-size: 11pt; font-variant-numeric: normal; font-variant-east-asian: normal; vertical-align: baseline; white-space: pre-wrap;"><i> </i></span><span style="font-size: 11pt;"><i>(Adami Stefano, assessore comunale)</i> </span><span style="background-color: rgb(255, 255, 255); color: rgb(34, 34, 34); font-size: 11pt; white-space: pre-wrap;">I costi di manutenzione oggi sono a carico del comune di Codigoro. La nostra idea è quella di trovare un soggetto che possa gestire la Torre della Finanza rispettando quei principi di base che abbiamo sempre detto che possa sollevare questa incombenza dei costi. Ovviamente il comune non vuole fare cassa ma sarebbe sufficiente liberarsi dei costi trovando però qualcuno che si sposi una filosofia di territorio come ve l'abbiamo raccontata. </span></p></li><li dir="ltr" style="list-style-type: decimal; font-size: 11pt; font-variant-numeric: normal; font-variant-east-asian: normal; vertical-align: baseline; white-space: pre;"><p dir="ltr" style="line-height:1.38;margin-top:0pt;margin-bottom:0pt;"><i><span style="font-size: 11pt; font-variant-numeric: normal; font-variant-east-asian: normal; vertical-align: baseline; white-space: pre-wrap;">(Cavallari Rita, </span><span style="font-size: 11pt;">ingegnere del Parco Regionale del Delta del Po</span></i><span style="font-size: 11pt; white-space: pre-wrap;"><i>)</i> C'è un'attività che viene svolta attraverso le pro loco di divulgazione di materiale di promozione del territorio stesso. I comuni in un gioco d'insieme con Comacchio, Mesola e Goro, in questo periodo, poco tempo fa in Germania(a Stoccarda) si è fatta una fiera proprio sul turismo dove viene divulgato del materiale e si è fatto promozione sul territorio. Ci sono dei siti che a loro volta divulgano questo messaggio e anche noi come comune cercheremo sempre di più di lavorare attraverso l'assessorato del turismo per una divulgazione più puntuale di quella che è poi nello specifico il nostro territorio. </span></p></li></ol><br></span>