Validato

CITTADELLA MILITARE DI ALESSANDRIA CONSERVAZIONE E VALORIZZAZIONE

Report di monitoraggio civico

Codice Unico Progetto (CUP)
F32C17000160001
Descrizione del progetto monitorato
Siamo i ragazzi del team ”I detective della cittadella”, studenti del Liceo Scienze Umane G.Parodi di Acqui Terme. Stiamo effettuando il monitoraggio del progetto “Cittadella militare di Alessandria conservazione e valorizzazione”, finanziato dalla politica di coesione. L’obiettivo del progetto è valorizzare un monumento che costituisce un importante patrimonio storico e artistico della nostra provincia.
Giudizio sintetico sul progetto monitorato
Procede con difficoltà
Stato di avanzamento del progetto monitorato sulla base delle informazioni raccolte
Il progetto monitorato rappresenta il frutto del secondo finanziamento tra quelli che hanno interessato la Cittadella: 1) €9mln diviso in due erogazioni (POR FESR alla città di Alessandria, gestito dalla Direzione Competitività della Regione Piemonte); 2) fondo per lo sviluppo e coesione 2014/2020 (Segretariato regionale per il Piemonte-MIBACT di Torino). I fondi stanziati dal secondo finanziamento sono €25mln e non sono stati ancora utilizzati nell'ambito di opere strutturali e di recupero, secondo quanto è stato dichiarato dal Comune di Alessandria (custode della struttura), da noi intervistato.
Risultato del progetto monitorato (se il progetto è concluso, quali risultati ha avuto?)
l’obiettivo del progetto è stato quello di ricercare i dati inerenti la Cittadella. Ad oggi il progetto di conservazione e valorizzazione non è concluso, ma deve concretamente partire.
Punti di forza (cosa ti è piaciuto del progetto monitorato?)
Il progetto ci ha permesso di conoscere aspetti che non conoscevamo: la bellezza e l’eleganza della Cittadella, uniti al suo immenso valore storico e il suo potenziale turistico. Con il monitoraggio civico stiamo imparando ad essere cittadini attivi e a capire come sia importante interessarsi delle problematiche e delle risorse del nostro territorio, valorizzando il patrimonio culturale e artistico.
Debolezze (difficoltà riscontrate nell'attuazione/realizzazione del progetto monitorato?)
La fase di raccolta dati è stata travagliata in quanto la burocrazia ci ha ostacolato nel ricercare le giuste informazioni. Tutt'ora siamo in attesa di ricevere un riscontro da parte della sopraintendenza e si teme che l'attività dovrà essere rinviata a tempi futuri, magari per la prosecuzione del monitoraggio.
Rischi futuri per il progetto monitorato
Scarso interesse della politica nel valorizzare una struttura del genere e mancanza di progetti concreti e condivisi su ciò che potrebbe diventare ( pensiamo alla cittadella di Alba Iulia).
Soluzioni ed idee da proporre per il progetto monitorato
Messa in sicurezza delle aree a rischio, concreto inizio delle opere di recupero e valorizzazione, a livello strutturale; intervento della comunità locale per far conoscere la Cittadella.
Come hai raccolto le informazioni
visita diretta
Come hai raccolto le informazioni
Intervista con gli utenti/beneficiari dell'intervento
Come hai raccolto le informazioni
Raccolta di informazioni via web
Come hai raccolto le informazioni
Intervista con altre tipologie di persone
Chi è stato intervistato? Che ruolo ha la persona nel progetto? (es. gestore, funzionario comunale, cittadino informato….)
Funzionario comunale, cittadino informato e
Link alle fonti utilizzate per il report
Link alle fonti utilizzate per il report
Link alle fonti utilizzate per il report
Domande agli intervistati
1)Quali interventi sono stati fatti finora sulla Cittadella di Alessandria per effettuarne il recupero e la valorizzazione ? Quale tipo di progetto si prevede? (Comune di Alessandria) 2)Quali interventi sono stati fatti finora sulla Cittadella di Alessandria per effettuarne il recupero e la valorizzazione ? (visita guidata FAI) 3)DESTINATARIO : SEGRETARIATO REGIONALE PER IL PIEMONTE - MIBACT Si chiede al Segretariato regionale per il Piemonte di poter accedere e poter esaminare dettagliatamente la documentazione inerente il progetto di recupero della Cittadella, nonché lo stato di avanzamento dei lavori programmati per interventi di conservazione e valorizzazione.
Risposte degli intervistati
1)Si premette che vi sono diversi tipi di finanziamento che riguardano il recupero della Cittadella, solamente uno è stato erogato al Comune, attuale custode della struttura, mentre i 25 milioni di Euro sono gestiti dal MIBACT, attraverso il Segretariato Regionale per il Piemonte. Per quanto riguarda il programma di intervento che abbiamo seguito, è stato innanzitutto necessario assicurare alla struttura una via di accesso/recesso sicura, mediante lavori di rinforzo presso la via di accesso della Porta Reale e del Soccorso, affinché l’accesso potesse essere consentito ai mezzi di soccorso. Dal punto di vista culturale, in Cittadella vengono organizzati diversi eventi di rilievo. 2)La struttura è stata oggetto di interventi parziali, che riguardano alcune parti (caserme) destinate all’accesso del pubblico ed il ponte di accesso collegato alla Porta Reale. Molte opere di piccola manutenzione sono state svolte grazie ad attività di volontariato. L’UEPE ha previsto alcune attività di volontariato presso la Cittadella con le persone detenute o comunque condannate per reati, al fine di espiare in modo alternativo la loro pena attraverso attività di pubblica utilità. Vi sono fondi di cui beneficia il Comune di Alessandria ed altri fondi destinati al MIBACT. Tuttavia, la situazione dell’edificio, senza importanti investimenti e significative opere generali, è in via di declino, in quanto finora vi sono stati interventi parziali e di modesta entità. Il recupero di questo bene, già oggetto di grande interesse turistico e praticamente unico nel panorama europeo, potrebbe creare nuovi posti di lavoro e favorire lo sviluppo della nostra zona, già interessata dalla crisi di molte grandi aziende di rilievo nazionale (si pensi alla storia produttiva rappresentata nella provincia di Alessandria per attività storiche come Borsalino, Pernigotti, ecc.). 3)A MEZZO MAIL SEGRETARIATO REGIONALE PER IL PIEMONTE – MIBACT “A riscontro della richiesta in oggetto, si comunica che sul sito internet www.beniculturali.it – sezione amministrazione trasparente – bandi di gara e contratti – visualizza l’elenco dei contratti (accessibile direttamente dal link https://web.beniculturali.it/?p=348), è possibile accedere a tutti gli appalti ad oggi affidati da questo Ufficio in relazione all’intervento in oggetto. Quanto ad eventuali ulteriori necessità inerenti alla conservazione e valorizzazione del bene in argomento, si rimanda alla Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio competente per territorio che legge in copia. Cordialmente.”Segreteria-Segretariato regionale per il Piemonte-Ministero per i beni e le attività culturali-Piazza San Giovanni 2 - 10122 Torino-sito: www.piemonte.beniculturali.it-E-mail: sr-pie@beniculturali.it-Tel. +39.011.5220.440 - Fax +39.011.5220.432
Allegati