Validato

RICERCA E SVILUPPO DI INNOVATIVI PRODOTTI E PROCESSI PRODUTTIVI VOLTI ALLA REALIZZAZIONE DI ARTICOLI IN VETRO CAVO DI QUALIT? SUPERIORE, DECORATI E IMPIEGANDO LA TECNOLOGIA LASER

Report di monitoraggio civico

Codice Unico Progetto (CUP)
C49G10000050002
Descrizione del progetto monitorato
Il progetto si propone di realizzare una sinergia tra ricerca e imprese mediante lo sviluppo e diffusione di nuove tecnologie inerenti alla lavorazione del cristallo, che si è concretizzato nella realizzazione di “Luxion” il cristallo ecologico di RCR, grazie all’acquisto di u nuovo forno per la sua fusione.
Giudizio sintetico sul progetto monitorato
In corso e procede bene
Stato di avanzamento del progetto monitorato sulla base delle informazioni raccolte
Dai dati rilevati sul sito opencoesione.gov il progetto risulta ancora in corso, in quanto non è stato erogato il 100% del finanziamento previsto. I pagamenti avvenuti in due tranches, si sono fermati al 2015 , corrispondenti all’erogazione del 76% circa del finanziamento previsto. Le somme sono state utilizzate per la realizzazione di un nuovo forno per la fusione di Luxion, il cristallo ecologico della RCR, inaugurato il14 marzo 2018.
Risultato del progetto monitorato (se il progetto è concluso, quali risultati ha avuto?)
Il progetto, pur non risultando completata l'erogazione del finanziamento, ha comunque attivato processi di ricerca ed innovazione che hanno portato alla realizzazione di un materiale innovativo “luxion”, ultra clear e resistente in lavastoviglie (oltre 4000 cicli) ma con le stesse caratteristiche di trasparenza, brillantezza e sonorità tipiche del cristallo.
Punti di forza (cosa ti è piaciuto del progetto monitorato?)
Il progetto ha consentito di coniugare la tradizione della produzione del cristallo a Colle con elevati standard etici ed ambientali, prospettando un miglioramento dei livelli occupazionali nel settore. Ha promosso, inoltre la realizzazione di un polo turistico- produttivo realizzato grazie al progetto regionale “Trasparenze sostenibili” , che concilia l’aspetto produttivo relativo al vetro di qualità con la tutela e il rispetto dell’ambiente.
Debolezze (difficoltà riscontrate nell'attuazione/realizzazione del progetto monitorato?)
La realizzazione del progetto , così come evidenziato dai dati raccolti, ha presentato alcune problematiche che hanno determinato la mancata totale erogazione del finanziamento, in quanto si è sciolta l’ ATS (associazione temporanea di scopo) costituitasi per poter partecipare al bando per i finanziamenti europei , essendo venuti a mancare i requisiti a tal fine richiesti.
Rischi futuri per il progetto monitorato
La difficoltà per aziende private di poter accedere a finanziamenti europei per dare seguito ai processi di innovazione in atto a Colle, ciò potrebbe determinare problemi di natura occupazionale e frenare la spinta attrattiva che questo tipo di produzione può avere nei confronti dell’imprenditoria giovanile.
Soluzioni ed idee da proporre per il progetto monitorato
Rafforzare la spinta alla realizzazione di poli turistico-produttivi che possono davvero rappresentare un circuito virtuoso di valorizzazione di un territorio coniugando le attività produttive con le bellezze ambientali . Sensibilizzare i cittadini sull’ importanza delle politiche economiche e di sviluppo che possono essere realizzate a livello comunale mediante la loro promozione e diffusione anche sui siti istituzionali.
Come hai raccolto le informazioni
visita diretta
Come hai raccolto le informazioni
Intervista con gli utenti/beneficiari dell'intervento
Come hai raccolto le informazioni
Raccolta di informazioni via web
Chi è stato intervistato? Che ruolo ha la persona nel progetto? (es. gestore, funzionario comunale, cittadino informato….)
Giampiero Brogi, titolare della COLLEVILCA che ha fatto parte dell'ATS costituitasi per la realizzazione del progetto.
Link alle fonti utilizzate per il report
Link alle fonti utilizzate per il report
Link alle fonti utilizzate per il report
Domande agli intervistati
1) Quale è l’organizzazione aziendale e quanti sono i reparti che la compongono? 2) Quanto cristallo producete al giorno? 3) La produzione del luxion ha sostituito la produzione del cristallo?
Risposte degli intervistati
1. L’azienda oggi può essere considerata un’attività a carattere artigianale, infatti impiega 15 operai. Prima della crisi del 2008 aveva 50 dipendenti. Potremmo dire che è un’atelier che produce su richiesta specifica di clienti prodotti di vario genere e oggetti d’arte. Il calo della richiesta di oggetti in cristallo è da attribuire in parte alla crisi economica che ha colpito anche questo settore, e in parte al cambiamento dello stile di vita e dei gusti dei consumatori. I reparti che compongono la struttura aziendale sono: amministrativo, rapporti con clienti e vendite , che si occupa di vari aspetti che vanno dal marketing allo sviluppo del prodotto, produzione, finitura e scelta del prodotto, imballaggio e spedizione. 2. Ogni giorno gli operai lavorano circa 800 kg di cristallo e da questo materiale di partenza, solo la metà rappresenta il prodotto finito. L’attività inizia alle cinque della mattina e la sera prima di terminare la giornata lavorativa viene predisposto il materiale che dovrà essere utilizzato il giorno dopo. 3. Una delle problematiche legate alla diminuzione dell’utilizzo del cristallo è data dal fatto che contiene ossido di piombo che ne garantisce le peculiarità di trasparenza e lucentezza, ma che per le sue caratteristiche chimiche ha spinto varie aziende all’ utilizzo di vetri ecologici, come ha fatto la RCR con il Luxion. Anche la ColleVilca sta indirizzandosi verso la realizzazione di prodotti innovativi a carattere ecologico.
Allegati